Un'adorabile fanciulla nel fiore degli anni si ritrova ad affrontare varie avventure in giro per il globo. Dopo Octavia S. sotto il cielo di Irlanda e Octavia S. Shanghai Baby, un'altra entusiasmante avventura della nostra rossa eroina, alle prese con Bologna e nuovi interessantissssssimi personaggi


























 
Archives
<< current













 
This is where you stick random tidbits of information about yourself.



























Imprevisto Dicembre
 
Sunday, December 21, 2003  

Ehi è dicembre un'altra volta...ma è un dicembre diverso, un pò più consapevole e più illuminato.
Un dicembre ricco di cose da fare, di persone da incontrare, di film da vedere e di mascarpone da mangiare.
Buon Natale, e che lo spirito natalizio sia con ognuno di noi!!!

Suppongo che ora dovrei fare un bilancio di questo ultimo anno, ma non lo farò. Non posso fare altro che essere soddisfatta per tutto quello che ho avuto.
E poi adesso non ho molto tempo, mancano solo pochi giorni e poi io devo indossare una certa cosa...Buon 2004...one shot e chi vuole intendere intenda...

tutti gli altri in roulotte...


sto cominciando a fare le stesse battute dell'oste!!!

7:08 AM

Sunday, November 16, 2003  
Intorno a me un vorticoso valzer degli addi, e poi di velocissimi incontri che lasciano il passo a nuovi addii, per poi ritrovarsi di nuovo.
E io sono attaccata alla parete e non me la sento proprio di ballare, perchè la parte posteriore del mio vestito è tutta bruciata, e mi manca un guanto. Come se fossi Jo March. Solo che qui non c'è nessun Laurie che mi inviti a ballare nella biblioteca.
Del resto la prima regola è salvatevi da sole.
Sono un pò stufa di seguire queste regole per inseguire la serenità, un giorno mi renderò conto che non è poi così male non essere nell'occhio del ciclone, ma non ora, per ora è noioso.
Sono gelosa e anche un pò egoista. E non me ne frega proprio più niente di trattenermi, che la gente pensi che sono patetica, non m'importa. Sono stufa di comportarmi nel modo giusto e di non avere rimorsi. Proviamo un pò a non avere rimpianti, và.
Vorrei solo non essere così pesante, e vorrei che i miei capitoli non fossero così lunghi e faticosi...che cazzata, praticamente sarebbe come dire vorrei non essere me stessa.

7:36 AM

Monday, September 01, 2003  
E' il 1 settembre:
Che pacco fradeli!
Chebbbolla!!
E va bene, e sta tornando il fresco per la gioia di tutti coloro che hanno passato l'estate a lamentarsi per il gran caldo...
trasferitevi nella foresta boreale allora...
A me il caldo ha fatto un gran bene, il sole mi ha fatto un gran bene, è come se mi fosse entrato nelle ossa un fascio di luce e fossi più luminosa anche io.
Mi sono divertita tanto nella profonda Apulia, nel campeggio dei bonghi e dei kiwido.
E sono ancora allegra, anche se qualche ostacolo a questa spensieratezza c'è, partendo dai 30 crediti necessari per passare al secondo anno quando io ne ho solo 25, anche se spero di acquisirne altri 10 entro la fine del mese...passando per il mio introvabile appartamento a Bologna, neanche tanto cercato a dirla tutto, fino ad arrivare all'incognita lavoro part - time per questo inverno...perdipiù tra due giorni è il mio compleanno.
Che tutti gli organi della provincia si uniscano in un BELA BEEELAAAAAAAAAAAAAAA
Comunque ho molti progetti per quest'anno.
Voglio sfruttare i biglietti ryan air a prezzo stracciato,e mi voglio fare un sacco di grappini sui monti.
E poi l'estate ancora non è finita... rimangono altri 20 giorni, e in 20 giorni possono succedere un sacco di cose, o no?

1:31 AM

Thursday, August 07, 2003  
Ieri
La telefonata di Nasa.
E non dico altro.

6:47 AM

Saturday, August 02, 2003  
Vedo solo un mare azzurro, colori e profumi esotici...
io, la mia sacca da viaggio e Barcellona.

5:26 AM

Friday, July 25, 2003  
Vorrei andare a vivere con Ben Harper nella sua casetta vicino all'oceano.
Ce ne staremmo lì io e lui, nei giorni di sole andremmo a fare surf o a nuotare nel mare.
Quando piove staremmo sotto la veranda a bere thè verde, e mentre lui strimpella la chitarra, e compone canzoni, io scriverei delle storie, studierei, e finirei di ricamare la maglietta di Giuls, ne ricamerei altre mille di magliette, e cucirei gonne e vestiti e fabbricherei anelli.

2:15 AM

Monday, July 07, 2003  
Neanche nei miei pensieri più egoistici ed egocentrici,
Avrei ambito a ritrovarmi in una situazione del genere,
Come in una commedia degli equivoci di Billy Wilder.
O in una puntata di un telefilm di quart'ordine
Non so cosa fosse,
Giustizia Divina,
Uno scherzo del destino,
L'esaudirsi di preghiere in frammenti,
eppure erano quasi tutti lì.
Le persone a cui ho pensato più spesso negli ultimi tempi.
Ero imbarazzata, ho capito che non sono fatta per certe cose, per certi giochetti, anche se ammetto che diano una certa soddisfazione...ma ero incredibilmente a disagio.
Fortunatamente Matt non poteva essere più tempestivo.
Matt era alto, capelli corti, spalle straordinariamente larghe. Non ero così felice di vedere qualcuno da parecchio tempo.
E' stato bello, corrergli incontro e abbracciarlo, ed essere sicura che lui mi stesse sorridendo. Avrei voluto restare così per molto, molto tempo. Mi ero quasi scordata di chi c'era a pochi metri da me...
Avrei voluto dire una marea di parole, ma non ci sono riuscita, e forse è stato meglio così.
E' stato bello così.
Ha ragione Luis, sarebbe schifosamente egoistico andare a rompere l'equilibrio di qualcuno a cui voglio bene, solo per cercare di uscire dal mio inferno del coglione personale, perchè alla fine trascinerei nel baratro anche qualcun'altro, e ciò non farebbe stare meglio neanche me.
"Bè ragazzi, per farla breve, e non stare qui a raccontarci gli ultimi due anni...AVETE NOVITA'?"
Sospetto.
Ma poi ha capito che non era cambiato proprio nulla, ed è stato felice. E sorridente, come non era stato da tantissimo tempo.
"Ci vedremo tra altri due anni"
"Spero proprio di no...fatti sentire"
Lo abbraccio, vorrei non lasciarlo andare, vorrei che restasse con me e che dicesse tutto quello che pensa.
"Credi che mi chiamerà?"
"No. Lo conosci".

Tutti i miei sentimenti più contrastanti nel giro di 2 metri quadrati e nel mezzo io, terribilmente confusa, ma anche piuttosto serena, e felice di questo. Anche se ho sbalinato un pò troppo, persa com'ero nei miei pensieri. Ho fatto come se fossi stata sola, quando non lo ero, e a volte tendo a scordarmene, e ferisco chi mi sta intorno.
In conclusione a mezzanotte di ieri sera, le poche certezze che avevo, o pensavo di avere erano state stravolte...
Ero nell'inferno del coglione, e non sapevo bene per chi...
forse per me stessa...
Forse invece ero persino risalita dal mio buco nero, senza neanche rendermene conto.
Stasera devo appendere un desiderio all'albero vicino al fiume...
e non so più quale sarà il mio desiderio...

7:03 AM

 
This page is powered by Blogger.